N.O.F.4 - RITRATTO

Opera realizzata per "il museo della follia" , a cura di Vittorio Sgarbi.

 

«...sistema telepatico mi sono arrivate che vi paiono strane ma sono vere [...] io sono un astronautico ingegnere minerario nel sistema mentale. Questa è la mia chiave mineraria. Sono anche un colonnello dell’astronautica mineraria astrale e terrestre.»

 

                                                                                                                                                                                                                                                                               N.O.F.4

 

"Con i piedi legati ad una bicicletta con i freni rotti, esce da una gabbia, lasciando dentro una maschera divisa in due. Il peso dei legami e dell’infanzia nelle sue mani, un mondo esploso porta la luce nel suo cammino, fatto di pensieri, graffi, parole. Senza freni."

 

                                                                                                                                                                                                                                                                                Lopez

 

 

Oreste Fernando Nannetti, noto anche con lo pseudonimo di N.O.F.4 (Roma, 31 dicembre 1927[2] – Volterra, 24 novembre 1994[2]), è stato un pittore e graffitista italiano. Durante la reclusione presso l'ospedale psichiatrico di Volterra, fu autore di un ciclo di graffiti considerato un capolavoro dell'Art Brut."

Negli anni di degenza al Padiglione Manicomiale Ferri di Volterra, Nannetti incise una serie di graffiti sugli intonaci del complesso, utilizzando le fibbie delle cinture che

facevano parte della divisa degli internati[5]. Uno, lungo 180 metri e alto in media due, correva intorno al padiglione dell'istituto. L'altro, lungo 102 metri e alto in media 20 centimetri, occupava il passamano in cemento di una scala. I due cicli erano organizzati come un sorta di racconto per immaginie parole.  I graffiti hanno per tema visionari racconti fantascientifici, spesso di difficile interpretazione. (Fonte Wikipedia)

 

 

DETAILS