LA SOLITA MINESTRA

 

 

Una rivisitazione de "L'ultima cena" di Da Vinci allestita da Nico Lopez Bruchi nel 2006.
Ad oggi il suo simbolismo e i  significati che, ai tempi della creazione, assumeva sono più volte tornati d'attualità, come ad esempio nel 2010 durante  lo scandalo "Rubygate" legato all'allora presidente del consiglio Silvio Berlusconi e ai suoi fedeli compagni di avventure.
Un'ultima cena di plastica dove al centro invece del Cristo c'è Ken, l' uomo di plastica per eccellenza vestito da principe, con attorno 12 Barbie di plastica nude completamente al suo servizio e sorridenti. Uno scenario basato sul potere dell'uomo ricco, di colui che tutto può comprare e tutto può rendere di plastica, privo di coscienza, di personalità, proiettando l' essere umano verso una visione della donna oggetto e di una società consumistica fondata sull'ignoranza e la prepotenza.
Un rotolo di carta igienica gigante sotto il tavolo per ripulire i peccati compiuti da chi usa il potere per soddisfare  i propri desideri personali.
Lopez aggiunge il logo "Mastercard" come icona del consumismo, per dare forza al significato di questa rappresentazione.
Avere la coscienza sporca, non ha prezzo, "per tutto il resto c'è Mastercard".
Stampata come cartolina fronte retro  per essere spedita  senza affrancarla, trova significato un'altro logo, l'immagine simbolo dell'uomo in carriera con il medio alto e con sotto scritto "usa la tua Mastercard"ironicamente  stampato al posto del francobollo.